A1 MASCHILE

Trieste tiene botta per tre tempi, a Mompiano vince il Brescia (19-7)

I lombardi restano a punteggio pieno. Daniele Bettini: "Calati nel finale, ma ci serve giocare partite così"

Nel terzo turno di ritorno della serie A1 maschile (girone B) l’An Brescia ha battuto la Pallanuoto Trieste per 19-7. Tutto come da pronostico alla piscina di Mompiano quindi, la squadra del main-sponsor Samer & Co. Shipping ha comunque disputato un buon match, perlomeno fino a quando le risorse fisiche glielo hanno permesso. “Per tre tempi la prestazione è stata più che positiva - conferma l’allenatore Daniele Bettini - abbiamo retto il confronto al cospetto di una grande squadra come il Brescia. Nel finale siamo calati, era prevedibile e lo sapevamo. Peccato non aver tenuto la concentrazione alta per tutti i 32 minuti, però siamo soddisfatti. Ci serve un sacco giocare partite così”.
La cronaca. Il mancino croato Jokovic porta avanti i lombardi dopo 31’’ (1-0), Nikolaidis sigla il 2-0, una controfuga di Mezzarobba vale il 2-1. Cannella e Lazic firmano le reti del primo deciso allungo dei padroni di casa sul 4-1. Il Brescia controlla la situazione anche nella seconda frazione. Renzuto e Di Somma scrivono 6-1, Petronio accorcia con una bella conclusione in superiorità (6-2). Di Somma sigla il 7-2 in superiorità, Bini beffa De Lungo sul primo palo (7-3), poi il nazionale greco Vlachopoulos e Dolce realizzano le reti del 9-3 di metà gara.
Nel terzo periodo i ragazzi di Bettini tengono testa alla corazzata bresciana. Nel giro di 60’’ Petronio in controfuga e Razzi con una precisa staffilata dalla distanza firmano il 9-5. Il solito Vlachopoulos e Lazic ristabiliscono le distanze (11-5). Vico si guadagna un rigore che capitan Petronio trasforma per l’11-6, prima della rete dell’altro capitano - Presciutti - che vale il 12-6 dell’ultimo mini-riposo. Nel finale Persegatti prende il posto di Oliva tra i pali, gli alabardati calano vistosamente dal punto di vista fisico e i padroni di casa incrementano il bottino con i vari Jokovic, Vlachopoulos, Dolce e Nikolaidis. Mezzarobba trova la rete su rigore, alla sirena il tabellone recita 19-7 per il Brescia.
Per completare questo primo scorcio di campionato, a questo punto, alla Pallanuoto Trieste manca solo il match con la Roma Nuoto, che deciderà anche chi tra alabardati e giallorossi si qualificherà alla fase scudetto come seconda del girone dietro al Brescia.

AN BRESCIA - PALLANUOTO TRIESTE 19-7 (4-1; 5-2; 3-3; 7-1)
AN BRESCIA:
Del Lungo, Dolce 2, C. Presciutti 2, Lazic 2, Jokovic 2, Nikolaidis 3, Renzuto Iodice 1, Cannella 1, Alesiani, Vlachopoulos 3, E. Di Somma 3, Gitto, Gianazza. All. Bovo
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 3, Buljubasic 1, Razzi, Turkovic, Milakovic, Vico, Mezzarobba 2, Bini 1, Mladossich, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: D. Bianco e Romolini
NOTE: nessuno uscito per limite di falli; superiorità numeriche An Brescia 1/6, Pallanuoto Trieste 1/5 + 2 rigori

Potrebbe interessarti anche
Trieste d'autorità, largo successo a Santa Maria Capua Vetere (7-13)
Non si gioca la sfida della "Bianchi" con l'Orizzonte Catania, gara rinviata