A1 MASCHILE

Savona più cinico, alla "Bianchi" Trieste si arrende ai liguri (13-16)

Gli ospiti non sbagliano nulla, alabardati adesso al quarto posto. Bettini: "Giocato sotto le nostre possibilità". Brazzatti: "Complimenti a loro, pensiamo alla prossima"

La Pallanuoto Trieste non riesce a sfatare il “tabù” rappresentato dalla Rn Savona. Nella dodicesima giornata del campionato di serie A1 maschile, la compagine ligure ha espugnato la “Bruno Bianchi” per 13-16, al culmine di un match dall’alto contenuto tecnico. La squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping non è mai riuscita a battere in biancorossi e anche questa volta a dovuto cedere strada. Trieste scivola al quarto posto, in ogni caso si tratta di una situazione di classifica più che soddisfacente. “Sono stati più cinici di noi nei momenti chiave della partita - analizza l’allenatore Daniele Bettini - ci siamo espressi un po’ sotto le nostre possibilità. Questo stop comunque non cancella quanto di buono abbiamo fatto in questa prima parte della stagione”.
La cronaca. C’è Da Rold in porta per i liguri, dall’altra parte Oliva è subito chiamato agli straordinari, ma gli ospiti scappano sullo 0-2 con Iocchi Gratta da boa e Rizzo su rigore. Inaba guida la carica alabardata, il Savona è preciso e in attacco non sbaglia praticamente nulla. A 1’’ dalla sirena di fine primo periodo Vuskovic in superiorità buca il primo palo per il 3-5. Nella seconda frazione i biancorossi costruiscono un prezioso vantaggio grazie alle reti di Molina, Fondelli e Patchaliev: 4-8 a 4’54’’ dal riposo lungo. Trieste prova a tornare sotto con coraggio, trascinata da uno scatenato Inaba e dalla stoccata in superiorità di Podgornik (6-8). Patchaliev risponde con l’uomo in più (6-9), Bego scappa in controfuga e tiene vive le speranze dei 200 spettatori (limite massimo consentito) della “Bruno Bianchi”. Si va cambio di campo con gli ospiti avanti per 7-9. Nella terza frazione si concretizza il decisivo allungo savonese, propiziato da una doppietta di Rizzo e dal centroboa Bruni. Mladossich prova a tenere in scia Trieste ma si entra negli ultimi 8’ di gara sull’8-12. Nel quarto periodo il Savona gestisce con la necessaria lucidità il risultato in un diluvio di fischi arbitrali che sanciscono superiorità numeriche da una parte e dall’altra. Per due volte gli ospiti toccano il +5, una doppietta di Mezzarobba riporta i suoi sul -3 (12-15) a 1’04’’ dalla fine, troppo tardi per la rimonta. L’ex Rocchi mette dentro il 12-16, Inaba è l’ultimo ad arrendersi con la rete del definitivo 13-16. “Complimenti a loro - conclude il d.s. Andrea Brazzatti - hanno meritato la vittoria. Noi abbiano concesso troppi gol a uomini pari. L’arbitraggio non è stato coerente nell’arco dei quattro tempi e non adatto ad una partita nervosa come questa. Ora recuperiamo le energie e pensiamo alla prossimo insidioso impegno, vogliamo chiudere con un successo il girone di andata”. Il campionato adesso si ferma, la Pallanuoto Trieste tornerà in acqua sabato 8 gennaio 2022 per affrontare in trasferta l’Anzio Waterpolis.

PALLANUOTO TRIESTE - RN SAVONA 13-16 (3-5; 4-4; 1-3; 5-4)
PALLANUOTO TRIESTE:
Oliva, Podgornik 1, Petronio 1, Buljubasic 1, Vrlic, Jankovic, Bego 1, Mezzarobba 2, Razzi, Inaba 5, Bini, Mladossich 2, Seppi. All. Bettini
RN SAVONA: Massaro, Rocchi 2, Patchaliev 3, Vuskovic 1, Molina 4, Rizzo 2, Caldieri, Bruni 2, Urbinati, Fondelli 1, Iocchi Gratta 1, Giovanetti, Da Rold. All. Angelini
Arbitri: F. Gomez e Calabrò
NOTE: usciti per limite di falli Petronio (T) nel terzo periodo, Iocchi Gratta (S), Buljubasic (T), Fondelli (S) e Podgornik (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 7/17 + 1 rigore, Rn Savona 7/11 + 2 rigori

Potrebbe interessarti anche
Sfida per la Champions League, alla "Bianchi" gara-1 tra Trieste e Savona
Il Brescia vince e va in finale. Per Trieste adesso è caccia al terzo posto