A1 MASCHILE

Obiettivo raggiunto! La Pallanuoto Trieste passa a Siracusa (7-10) e conquista la salvezza senza play-out. Il d.s. Andrea Brazzatti: "Orgoglioso di Bettini e di tutti i ragazzi". Mezzarobba decisivo con 4 gol

Il Bogliasco ha battuto il Catania (17-11) e gli alabardati raggiungono così il +10 (+11 in questo caso) sul penultimo posto. L'allenatore: "Grande prestazione. Alla fine l'orgoglio della squadra ha fatto la differenza"

Sembrava (quasi) impossibile fino a qualche settimana fa. Invece la Pallanuoto Trieste conquista una meritatissima salvezza e nella stagione 2019/2020 giocherà per il quinto anno consecutivo nel campionato di serie A1 maschile. È questo infatti il verdetto dell’ultima giornata di regular-season, vissuta a rimbalzo di emozioni su due campi. Quello di Siracusa, dove gli alabardati si sono imposti sull’Ortigia per 7-10, e quello di Bogliasco, dove i liguri hanno strapazzato il Catania con un netto 17-11. In classifica quindi Trieste raggiunge il fatidico +10 (+11 in realtà) sulla penultima e evita così i play-out salvezza (che non si giocheranno), mentre Catania e Bogliasco retrocedono in A2.
“Complimenti ai ragazzi - esclama a fine match un soddisfattissimo Daniele Bettini - hanno disputato una gran partita. L’Ortigia ci ha pressato molto alti, ma siamo stati comunque capaci di renderci pericolosi. Abbiamo avuto una flessione nel secondo periodo, poi è emerso tutto l’orgoglio di questa squadra che ha fatto davvero la differenza”.
“Siracusa ci porta bene… - esclama il d.s. Andrea Brazzatti - sono davvero orgoglioso di Daniele Bettini e dei miei atleti. In queste ultime settimana hanno fatto quadrato, hanno lavorato a testa bassa tutti insieme e abbiamo raggiunto questo importantissimo risultato”.
La cronaca. Dopo 3’ Vico si guadagna un rigore che Gogov trasforma per lo 0-1. Vico si mette in proprio per lo 0-2 (alzo e tiro dai 5 metri), poi Espanol servito da Di Luciano accorcia sull’1-2. Mezzarobba mette il pallone sotto l’incrocio per l’1-3, ma proprio allo scadere del tempo Di Luciano in controfuga confeziona il 2-3. Nella seconda frazione i siciliani ribaltano il risultato. Jelaca colpisce in superiorità dopo appena 30’’ dallo sprint (3-3), Espanol in controfuga firma il sorpasso degli aretusei (4-3). E Oliva con un paio di parate (sulle pericolose conclusioni di Espanol e Giacoppo) evita il -2. Al cambio di campo l’Ortigia è avanti per 4-3.
Nel terzo periodo Trieste riesce a cambiare marcia. Oliva si supera su Napolitano e dall’altra parte del campo sale in cattedra Mezzarobba. Il numero 10 alabardato sigla il 4-4 con uno splendido diagonale in superiorità, poi tutto da solo beffa la difesa dell’Ortigia per il 4-5. Napolitano impatta con l’uomo in più (5-5), lo scatenato Mezzarobba scrive 5-6 (perfetta conclusione in superiorità), poi a 18’’ dalla fine del tempo Rocchi scappa in controfuga e sigla il preziosissimo 5-7. Intanto il Bogliasco dilaga con Catania, Trieste ha il destino nelle proprie mani. I padroni di casa comunque non mollano la presa e il quarto periodo si apre con la colomba di Napolitano da boa (6-7). Lo spavento dura una manciata di secondi: Mezzarobba pesca Gogov sui 2 metri, il serbo tocca al volo e deposita il 6-8 alle spalle di Caruso. Gli alabardati regalano anche spettacolo. Oliva salva su Di Luciano, sul ribaltamento di fronte arriva l’espulsione e Bettini chiama time-out. Al rientro Podgornik sfrutta un superbo assist di Vico a coronamento di una perfetta azione corale e sigla il 6-9 a 4’01’’ dalla fine. Jelaca riporta sotto i siciliani (7-9), poi è un lungo conto alla rovescia fino alla sirena finale. C’è ancora il tempo per la staffilata mancina di Panerai (7-10). Poi è finalmente festa.  

ORTIGIA SIRACUSA - PALLANUOTO TRIESTE 7-10 (2-3; 2-0; 1-4; 2-3)
ORTIGIA SIRACUSA: Caruso, Cassia, Abela, Jelaca 2, Di Luciano 1, Farmer, Giacoppo, Espanol 2, Rotondo, Giribaldi, Ortoleva, Napolitano 2, Agricola. All. Piccardo
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik 1, Petronio, Ferreccio, Giorgi, Panerai 1, Gogov 2, Turkovic, Vico 1, Mezzarobba 4, Spadoni, Rocchi 1, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: Scappini e Brasiliano
NOTE: usciti per limite di falli Rocchi (T) e Podgornik (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Ortigia Siracusa 3/10, Pallanuoto Trieste 5/9 + 1 rigore; spettatori 200 circa

Potrebbe interessarti anche
Il 2019 si chiude in trasferta. Sabato 7 dicembre (ore 18.00) la Pallanuoto Trieste rende visita al Salerno
Prima prova regionale a Gorizia. Bernardi abbassa tutti i suoi personali, bene anche Antonione