La serie si sposta a Napoli. Giovedì 27 giugno (ore 15.00) gara-2 di finale play-off tra Acquachiara e Pallanuoto Trieste

Dopo il successo di domenica scorsa, orchette un po' più vicine ad un risultato storico. Ma a Scampia sarà dura. Ilaria Colautti: "Dobbiamo giocare senza pensare troppo alla posta in palio"

Il secondo atto va in scena in Campania. Giovedì 27 giugno, la piscina “Massimo Galante” di Napoli ospiterà gara-2 della finale play-off promozione della serie A2 femminile tra Acquachiara e Pallanuoto Trieste. Si gioca alle ore 15.00.
Grazie al nitido successo della “Bruno Bianchi” (11-6 in gara-1 domenica scorsa) le orchette sono un po’ più vicine ad un risultato che non è esagerato definire storico: nessuna squadra femminile triestina infatti è mai arrivata fino alla A1. Ma la compagine napoletana, questo è sicuro, darà il massimo per riportare in equilibrio la serie.
Il gruppo di Ilaria Colautti si è allenato con la solita intensità, tra il Bagno Ausonia e la “Bianchi”. La partenza alla volta di Napoli è prevista per il tardo pomeriggio di mercoledì, non prima della rifinitura mattutina. “Siamo piuttosto tranquille - spiega l’allenatrice triestina - abbiamo smaltito in fretta le emozioni di domenica. Dal punto di vista fisico direi che tutte le ragazze stanno bene, quindi formazione confermata”.
Lo stesso non si può dire per l’Acquachiara, che in gara-2 dovrà fare a meno di Eliana Acampora, fermata per due giornate dal giudice sportivo dopo l’espulsione per proteste rimediata domenica. In ogni caso la squadra guidata da Barbara Damiani questa volta avrà dalla sua parte il non banale vantaggio del fattore campo. “E non è cosa da poco - continua la Colautti - la piscina di Scampia è un po’ più corta e più stretta, sicuramente per una squadra come la nostra che predilige il gioco in velocità e le controfughe, questo potrebbe essere un problema. Ci attendiamo anche un ambiente molto caldo, ma è normale quando si giocano i play-off”. In vasca invece i pericoli maggiori arriveranno da Chiara Foresta, 4 gol domenica in gara-1. Ancora la Colautti: “Dovremo essere brave a prenderle le misure fin da subito e limitare il suo apporto offensivo. Poi rispetto alla gara giocata in casa, bisognerà stare un po’ più attente nei contatti che potrebbero portare a falli da espulsione. Ma come sempre tutto dipenderà da noi. Sarà fondamentale non pensare troppo alla posta in palio, ma giocare con serenità e determinazione, senza lasciarci troppo condizionare dai fattori ambientali”.
Infine, la designazione arbitrale: la sfida tra Acquachiara e Pallanuoto Trieste sarà diretta dai fischietti Boccia e Riccitelli.

Potrebbe interessarti anche
Il 2019 si chiude in trasferta. Sabato 7 dicembre (ore 18.00) la Pallanuoto Trieste rende visita al Salerno
Prima prova regionale a Gorizia. Bernardi abbassa tutti i suoi personali, bene anche Antonione