A1 MASCHILE

La Pallanuoto Trieste prende l'attaccante mancino. In alabardato arriva Federico Panerai, giovane talento classe 1997, è reduce dall'esperienza allo Sport Management. "Voglio mettere in mostra tutte le mie qualità"

E' cresciuto e ha esordito in A1 maschile con la Rn Florentia. Nel 2016 ha vinto l'argento europeo Under 19. Il direttore sportivo Andrea Brazzatti: "Ragazzo serio e di prospettiva. Coperto un ruolo importante, avremo più soluzioni offensive"

Secondo colpo di mercato per la Pallanuoto Trieste in vista del campionato di serie A1 maschile 2018/2019. La società sponsorizzata Samer & Co. Shipping infatti ha ingaggiato l’attaccante mancino Federico Panerai, con accordo annuale. Nato a Firenze il 24 luglio 1997 – 191 cm di altezza per 96 kg – nel 2016 ha vinto (assieme a Michele Mezzarobba) la medaglia d’argento all’Europeo Under 19 in Olanda. Cresciuto nella Rn Florentia, con la quale ha esordito in serie A1, nel 2016 ha giocato in A2 con la Roma Nuoto trascinata fino alla finale play-off (persa proprio contro la Florentia). Nel 2017 è passato allo Sport Management, totalizzando 13 gol in campionato e 1 in Euro Cup (nei quarti di finale contro la Stella Rossa). E adesso il mancino toscano si appresta ad indossare la calottina alabardata.
“Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura – spiega Federico – sono reduce da un’esperienza intensa e molto formativa in Lombardia, qua a Trieste mi piacerebbe diventare un giocatore importante e mettere in mostra tutte le mie qualità. Ho parlato a lungo con il direttore sportivo Andrea Brazzatti e conosco benissimo Niccolò Rocchi che mi ha detto ottime cose di società e città, a quel punto è stato più facile decidere”. Obiettivi per la prossima stagione? “Di squadra direi una salvezza tranquilla, magari guardando un po’ più in alto. Ma ovviamente è presto per questi discorsi. Personalmente ho scelto Trieste perché è una società che punta tanto sui giovani, posso giocare e crescere senza eccessive pressioni”.
Con l’innesto di Federico Panerai la Pallanuoto Trieste riempie un’altra casella nello scacchiere tattico di Daniele Bettini, ovvero quella dell’attaccante mancino. “E’ un ruolo fondamentale nel nostro sport – spiega il direttore sportivo alabardato Andrea Brazzatti – per anni non abbiamo avuto un esterno mancino, adesso grazie a Federico avremmo molte più soluzione offensive. E’ un ragazzo serio, giovane e di notevole prospettiva. Non a caso l’anno scorso giocava in una big del campionato. E adesso siamo contenti di averlo qua”.

(Ph Simone Squarzanti - Sport Management)

Potrebbe interessarti anche
Nazionale giovanile: l'Italia Under 18 in Ungheria per un importante torneo internazionale, c'è anche Michele Mezzarobba
Finali Regionali Assoluti, i nuotatori della Pallanuoto Trieste in gara alla "Bruno Bianchi" tra il 20 e il 22 luglio