A1 MASCHILE

La Canottieri Napoli è troppo forte. Alla "Scandone" i partenopei battuto la Pallanuoto Trieste (11-7 il risultato finale). L'allenatore Miroslav Krstovic: "Loro superiori. Peccato solo per non aver sfruttato le tante occasioni create"

Gara in equilibrio soltanto nel primo periodo, poi gli scatenati Giorgetti e Campopiano scavano il solco. Per gli alabardati triplette di Gogov e Vico, in gol anche Petronio

Niente da fare nemmeno questa volta. Nella quarta giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, alla “Scandone” la Canottieri Napoli ha superato la Pallanuoto Trieste per 11-7. E’ la settima volta, su sette scontri diretti, che i giallorossi battono gli alabardati. “La classifica parla chiaro, loro sono più forti – spiega a fine gara l’allenatore della Pallanuoto Trieste Miroslav Krstovic – peccato solo non aver sfruttato meglio le tante occasioni che abbiamo costruito nei primi minuti. I ragazzi comunque sono sempre rimasti con la testa dentro la partita, anche quando ci siamo ritrovati sotto di 4-5 gol”.
Gara in equilibrio soltanto in avvio di match. La Canottieri ripresenta in vasca i fuoriclasse Giorgetti, Velotto e Lapenna, la Pallanuoto Trieste fallisce un paio di ghiotte opportunità e scrive 0/3 con l’uomo in più. I partenopei non si fanno pregare e dopo 5’ di gioco trovano il gol dell’1-0 con Di Martire in superiorità. In apertura di secondo periodo arriva il pareggio della Pallanuoto Trieste, grazie ad una rapida controfuga finalizzata da Gogov (1-1). La Canottieri però si scuote e nel giro di 3’ piazza un devastante parziale di 4-0, firmato da Borrelli, Campopiano (due volte) e Giorgetti su rigore: 5-1. La reazione degli ospiti produce il gol di Gogov che vale il 5-2 di metà gara.
La Canottieri è in pieno controllo della situazione. Le prime tre azioni della terza frazione sono esiziali per la Pallanuoto Trieste. Del Basso insacca il 6-2 con l’uomo in più, Giorgetti firma il 7-2 (sempre in superiorità), poi una botta mancina di Campopiano vale l’8-2. Un macigno sulle velleità degli alabardati. Avanti di 6 gol, la squadra di Zizza bada soprattutto a controllare il largo vantaggio. La Pallanuoto Trieste prova a ridurre il passivo con due belle iniziativa di Vico: 8-4. Ma il solito Giorgetti con l’uomo in più insacca il 9-4.
Si entra negli ultimi 8’ di match con la situazione sostanzialmente definita, ma la Pallanuoto Trieste ha comunque il merito di non mollare. Vico, Petronio e Gogov vanno a segno per gli ospiti, i napoletani rispondono con Di Martire e il solito Giorgetti. Alla sirena finale il tabellone recita 11-7 per la Canottieri.

CANOTTIERI NAPOLI – PALLANUOTO TRIESTE 11-7 (1-0; 4-2; 4-2; 2-3)
CANOTTIERI NAPOLI:
Rossa, Buonocore, Del Basso 1, Confuorto, Giorgetti 4, Di Martire 2, Dolce, Campopiano 3, Lapenna, Velotto, Borrelli 1, Esposito, Vassallo. All. Zizza
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio, Giorgi, Giacomini, Gogov 3, Mladossich, Vico 3, Spadoni, Blazevic, Mezzarobba, Persegatti. All. Krstovic
Arbitri: Brasiliano e Castagnola
NOTE: usciti per limite di falli Podgornik (T) e Blazevic (T) nel quarto periodo: superiorità numeriche Canottieri Napoli 7/12 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 1/7

Potrebbe interessarti anche
Under 11: prime partite del campionato Triveneto, buoni riscontri per i piccoli della Pallanuoto Trieste
Ecco i gironi della serie A2 femminile, si parte il 13 gennaio. Ilaria Colautti: "Bologna e Como davanti, ma ci siamo anche noi"