A1 MASCHILE

Con il Posillipo non si passa. Nella piscina di Casoria Pallanuoto Trieste sconfitta piuttosto nettamente (13-7) dalla compagine partenoepa. L'allenatore Bettini: "Buon avvio, poi abbiamo sbagliato tantissimo"

Equilibrio all'inizio, poi i padroni di casa hanno preso facilmente il largo grazie agli scatenati Rossi e Mattiello (otto gol in due). Il d.s. Brazzatti: "Non dobbiamo abbatterci alle prime difficolta"

Nella terza giornata del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste incappa in una netta sconfitta esterna. Nella piscina di Casoria (Napoli) la compagine alabardata è stata battuta dal Posillipo con un secco 13-7. Gara in equilibrio sono nel primo parziale, poi i partenopei padroni di casa hanno decisamente preso il largo nel punteggio. “Ci siamo persi in un bicchiere d’acqua - commenta l’allenatore Daniele Bettini a fine match - abbiamo iniziato bene, su buoni ritmi, poi è venuto a mancare precisione al tiro, abbiamo sbagliato tantissimo con l’uomo in più, mentre loro ci hanno regolarmente punito. Serve più determinazione per conquistare un risultato positivo su campi così difficili”.
Il Posillipo parte forte e Saccoia sblocca la situazione (1-0) dopo appena 23’’ di gioco. Gli alabardati sono comunque sul pezzo. Mezzarobba impatta con un bel diagonale da posizione 2 (1-1), poco dopo Panerai firma l’1-2. Marziali in transizione trova il 2-2, poi 30’’ prima della fine del tempo Gogov su rigore mette in porta il 2-3.
Nella seconda frazione la Pallanuoto Trieste si smarrisce in fase offensiva (0/4 con l’uomo in più) e subisce la rimonta del Posillipo. Rossi trova il 3-3 con un diagonale stretto, concede il bis in superiorità (4-3), infine un rigore di Mattiello chiude un parziale di 3-0 in favore dei partenopei e spedisce le squadre al cambio di campo sul 5-3.
Nel terzo periodo i padroni di casa piazzano l’allungo decisivo. Mezzarobba prova a dare un po’ di fiato alla Pallanuoto Trieste (5-4 in superiorità), poi si scatena Mattiello che segna 3 gol a stretto giro per l’8-4 in favore del Posillipo. Rocchi accorcia con l’uomo in più, poi Rossi (sempre con l’uomo in più) e Manzi (botta mancina dalla distanza) confezionano il 10-5 che con 8’ ancora da giocare sul cronometro equivale ad una sentenza anticipata.
Nel quarto tempo l’intensità ovviamente cala. Le reti di Manzi, Rossi e Saccoia da una parte, di Petronio e Vico dall’altra servono soltanto ad aggiornare il tabellino. Il Posillipo vince largo, la Pallanuoto Trieste avrà il compito di risollevarsi al più presto. Sabato prossimo, il 3 novembre, alla “Bruno Bianchi” arriva la Roma Nuoto (ore 18.00). “Non dobbiamo abbatterci alle prime difficoltà - analizza il d.s. Andrea Brazzatti - dopo un buon avvio abbiamo incassato un paio di gol e siamo andati in confusione. Dobbiamo ancora crescere sotto l’aspetto mentale”.

POSILLIPO - PALLANUOTO TRIESTE 13-7 (2-3; 3-0; 5-2; 3-2)
POSILLIPO:
Sudomlyak, Kopeliadis, M. Di Martire, Silvestri, Mattiello 4, G. Di Martire, Marziali 1, Rossi 4, Papakos, Scalzone, Manzi 2, Saccoia 2, Negri. All. Brancaccio
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Mladossich, Giorgi, Panerai 1, Gogov 1, Turkovic, Vico 1, Mezzarobba 2, Spadoni, Rocchi 1, Persegatti. All. Bettini
Arbitri: Pinato e D. Bianco
NOTE: uscito per limite di fallo Scalzone (P) nel quarto periodo; superiorità numeriche Posillipo 5/8 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 4/10 + 1 rigore; spettatori 200 circa

Potrebbe interessarti anche
Prima gara stagionale a Kranj. Buoni risultati per gli atleti della Pallanuoto Trieste impegnati in Slovenia
La fortissima Pro Recco di Ratko Rudic supera alla "Bruno Bianchi" (2-15) una coraggiosa Pallanuoto Trieste. Daniele Bettini: "Abbiamo giocato con l'atteggiamento giusto"