Arrivano due giovani promesse: Trieste prende Emma De March e Guya Zizza

Entrambre sono impegnate con l'Italia al Mondiale U18F di Belgrado. L'allenatore Paolo Zizza: "Motivate e con notevoli margini di miglioramento"

Due promesse della waterpolo nazionale approdano alla Pallanuoto Trieste. In vista della serie A1 femminile 2022/2023, la società sponsorizzata Samer & Co. Shipping comunica infatti di aver inserito in rosa Emma De March e Guya Zizza, tutte e due attualmente impegnate con l’Italia al Mondiale Under 18 femminile di Belgrado.
Emma De March, classe 2005 di Torino, è cresciuta nell’Aquatica. Nel 2019 è passata al Bogliasco, con il quale ha disputato gli ultimi due campionati di serie A1. Attaccante pericolosa al tiro, brava anche in difesa, è da tempo entrata nel giro delle nazionali giovanili. Guya Zizza, classe 2004 di Napoli, ha militato in serie A2 con l’Acquachiara, nella stagione 2021/2022 ha indossato la calottina del Napoli Nuoto e ha giocato in prestito con l’U18 e l’U20 del Css Verona. Entrambe proseguiranno il loro percorso scolastico a Trieste.
“Sono davvero contenta di iniziare questa nuova avventura - racconta Emma De March - arrivo in una società organizzata e ambiziosa. È stimolante avere la fiducia di un allenatore come Paolo Zizza, cercherò di dare il massimo per essere d’aiuto alla squadra. Obiettivi? Dal punto di vista personale voglio crescere ancora, come gruppo credo che potremo toglierci più di qualche soddisfazione”. “Per me è la prima volta lontana da casa e per la prima volta giocherò in A1 - spiega Guya Zizza - l’entusiasmo è tanto, non vedo l’ora di iniziare. Sarà sicuramente una bellissima esperienza, conosco molte delle mie nuove compagne di squadra, non ci saranno problemi di ambientamento. Ci attende una stagione impegnativa, possiamo raggiungere obiettivi importanti con l’impegno costante negli allenamenti”.
“Sono due ragazze che ovviamente conosco benissimo - analizza l’allenatore Paolo Zizza - in possesso di notevoli qualità e con ampi margini di miglioramento. Due innesti perfetti per proseguire nel solco tracciato dalla società, ovvero di puntare su ragazze giovani e di grande prospettiva. Tra l’altro sono molto motivate e abituate a lavorare. Emma è in grado di ricoprire più ruoli, ha il fiuto del gol e allo stesso tempo è capace di aiutare in marcatura. Guya predilige la velocità, è disciplinata e attenta dal punto di vista tattico”.

Potrebbe interessarti anche
Barcolana Nuota, grande esordio e subito vittoria per Sara Rummolo
Trieste a Bologna per un common-training con De Akker e Quinto Genova